SPOSARE LA NOTTE
Cammino terzo:
Palermo

ministero-cultura
ministero-cultura

Public Program

Sposare la Notte

Cammino terzo: Brancaccio, Palermo | Sabato 9 settembre, h. 18:00- 24:00

Un progetto “performativo” di g. olmo stuppia (Milano 1991, vive tra Venezia e Palermo).
Quattro “walkscape” alla scoperta dell’estetica della “provincia diffusa” e dei suoi effetti sul territorio scegliendo come case study le città di Venezia e Palermo.

Sposare la notte si compone di quattro ecowalks in ambiente aperto, capitoli in cui si fondono in una sintesi visionaria vissuto autobiografico e ricerca artistica. Ispirati dal collettivo Stalker e dalle atmosfere di Tarkovsky, si cammina e si navigà in quattro aree dell’estetica provinciale italiana, sondandone l’anima e le contraddizioni: da Venezia e Muranopassando a Sacca San Mattia, isola artificiale oggi colma di veleni e vetro di scarto, si raggiunge lo stabilimento Fincantieri di Palermo, per poi spostarsi ancora a Brancaccio, quartiere popolare post-industriale, per terminare il ciclo presso il Mose, spazio meccanizzato nel cuore della Laguna veneziana.

Il fil rouge che lega i quattro itinerari è l’osservazione dell’imporsi del provincialismo sulle forme, l’abuso di potere della cultura industriale verso lo spazio e, infine, la rivincita quest’ultimo: la collisione tra sensibilità “italica” antica e consumismo.

> Cammino terzo: Brancaccio, Palermo | Sabato 9 settembre, dalle 18:00 alle 24:00

Brancaccio-Ciaculli è il quartiere più denso di Palermo, compreso nel II circondario comunale. Il vasto quartiere, racchiuso tra il fiume Oreto e il nuovo centro commerciale ‘Forum’, si estende a sud-est della città antica, incorporando una commistione di elementi, antico e moderno, in un agglomerato di parti urbane e lamiere che delimitano orti e condomini. All’interno del comprensorio si trovano un patrimonio Unesco WHL, il Ponte dell’Ammiraglio e il Castello di Maredolce, architettura arabo-normanna che si erge in un contesto paesaggistico di interesse storico. Oggi la figura civica più importante per il quartiere è quella di padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia nel 1993. Rispetto alla campagna e alla città, per gli abitanti di Brancaccio, Ciaculli, Settecannoli e Acqua dei Corsari, il mare è solo a arretrare. Per decenni, detriti su detriti si sono accumulati sulla costa. La flânerie inizia dalla settecentesca Chiesa di San Ciro (ai piedi del Monte Grifone), per poi scendere verso la Costa Sud di Palermo – carsica come l’acqua – per lambire luoghi misteriosi, tra terrazzi brutalisti e soglie da svelare.

Punto d’incontro
Chiesa di San Ciro
Viadotto Maredolce, 90124 Palermo PA

Informazioni

+39 3473759463 +39 3282089171

Prodotto in collaborazione con

Magazzino Brancaccio, Centro Accoglienza Padre Nostro, Università di Palermo DARCH,

Ecomuseo Mare Memoria Viva, Associazione Castello e Parco di Maredolce, Via Pecoarino 4 (PA) Hotel San Paolo Palace

Adriano La Licata
Adriano La Licata
Francesco Baudo
Francesco Baudo
Riproduci video