SPOSARE LA NOTTE
Cammino primo:
Sacca San Mattia, Murano

ministero-cultura
ministero-cultura

Public Program

Sposare la Notte

Cammino primo: Sacca San Mattia, Murano | Sabato 7 Maggio, 19.00 – 24.00

Un progetto “performativo” di g. olmo stuppia (Milano 1991, vive tra Venezia e Palermo).
Quattro “walkscape” alla scoperta dell’estetica della “provincia diffusa” e dei suoi effetti sul territorio scegliendo come case study le città di Venezia e Palermo.

Sposare la notte si compone di quattro ecowalks in ambiente aperto, capitoli in cui si fondono in una sintesi visionaria vissuto autobiografico e ricerca artistica. Ispirati dal collettivo Stalker e dalle atmosfere di Tarkovsky, si cammina e si navigà in quattro aree dell’estetica provinciale italiana, sondandone l’anima e le contraddizioni: da Venezia e Murano passando a Sacca San Mattia, isola artificiale oggi colma di veleni e vetro di scarto, si raggiunge lo stabilimento Fincantieri di Palermo, per poi spostarsi ancora a Brancaccio, quartiere popolare post-industriale, per terminare il ciclo presso il Mose, spazio meccanizzato nel cuore della Laguna veneziana.

Il fil rouge che lega i quattro itinerari è l’osservazione dell’imporsi del provincialismo sulle forme, l’abuso di potere della cultura industriale verso lo spazio e, infine, la rivincita quest’ultimo: la collisione tra sensibilità “italica” antica e consumismo.

> Cammino primo: Sacca San Mattia, Murano | Sabato 7 Maggio, 19.00 – 24.00

Dopo una breve deriva a piedi nel sestiere di Cannaregio, partenza in barca verso Sacca San Mattia di Murano, isola artificiale dove si sono stratificate nel tempo spinte e pulsioni modernizzatrici ormai fallite: vetro frantumato e colorato si mischia a detriti e resti organici. Ciascun partecipante ha a disposizione un kit per raccogliere frammenti di vetro che saranno poi catalogati dall’artista. La passeggiata è arricchita da una selezione di letture in versi.

Meeting point 2839 Fond. Ormesini 30121 Venezia (bar da Fifo)

Info: +39 3933154973

Photo Elena Andreato
Photo Elena Andreato
Photo Celeste Correale
Photo Celeste Correale
Riproduci video